PRISMA e Mini-EUSO si prendono le misure

Mini-EUSO è una delle missioni pilota del programma JEM-EUSO (Join Experiment Missions for Extreme Universe Space Observatory) la cui finalità è quella di osservare dallo spazio i raggi cosmici ad energie estreme (oltre i 5x1019 eV). L’osservazione avviene mediante la rivelazione della luce di fluorescenza prodotta dagli sciami atmosferici estesi, cioè le cascate di particelle prodotte dall’interazione del raggio cosmico primario con le molecole di atmosfera.

Ma che cosa c'entra PRISMA?

Potenzialmente Mini-EUSO potrebbe rivelare anche bolidi. Durante i giorni 13-15 Marzo 2018, l’engineering model di Mini-EUSO è stato testato presso l’INAF-Osservatorio Astrofisico di Torino nell’ambito della collaborazione tra i team di Mini-EUSO e PRISMA-OATo. Mini-EUSO è stato esposto a diverse sorgenti di luce: città, aeroplani, stelle, fondo cielo in diverse condizioni di luminosità. L’acquisizione dati in concomitanza alla presa dati di PRISMA è molto importante per valutare le performance relative soprattutto in prospettiva futura, quando il
flight model di Mini-EUSO volerà a bordo della ISS.

Leggi il comunicato completo